Settori

Cultura e tempo libero

Spettacolo dal Vivo

Il servizio a Roma

L’offerta di spettacoli dal vivo promossa da Roma Capitale è estremamente ricca e varia e molti sono i luoghi per lo spettacolo e la cultura.

La Musica sinfonica e cameristica, i concerti di Jazz, Pop, Rock, World, sono promossi attraverso la Fondazione Musica per Roma e la Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia presso l’Auditorium Parco della Musica; inaugurato nel 2002. L’Auditorium è composto da tre sale interne: la Sala Santa Cecilia (2.742 posti), destinata ai concerti sinfonici per grande orchestra; la sala Sinopoli (1.133 posti), caratterizzata da una maggiore flessibilità acustica e la sala Petrassi (673 posti), destinata ai generi musicali più nuovi e contemporanei ed anche alle pieces teatrali e al cinema. Nel Parco della Musica è presente, inoltre, un ampio anfiteatro esterno, la Cavea, che può ospitare circa 3.000 spettatori. Oltre alle attività di carattere puramente musicale, l’Auditorium offre anche spazi dedicati a conferenze, dibattiti, incontri con compositori ed esecutori; studio e ricerca (in biblioteca e audioteca); didattica (laboratori di vocalità e di ricerca musicale e multimediale) e attività commerciali. La Fondazione Musica per Roma gestisce anche la Casa del Jazz, situata a Villa Osio, dedicata particolarmente allo studio, alla promozione e ai concerti di questo genere musicale.

All’interno dell’Auditorium opera anche la Fondazione Cinema per Roma che ha lo scopo di promuovere l’arte cinematografica a livello locale, nazionale e internazionale e che organizza ogni anno il Festival del Cinema e il CityFest.

Per quel che riguarda gli spettacoli cinematografici ricordiamo inoltre quelli promossi dal Comune di Roma alla Casa del Cinema e negli spazi del Nuovo Cinema Aquila.

Il sistema Teatri in Comune si è ultimamente integrato nel Teatro Pubblico Plurale, nato per mettere in rete e valorizzare un insieme di spazi già presenti sul territorio cittadino. L’obiettivo è di definire e poi consolidare una rete di presidi culturali con prevalente vocazione per lo spettacolo teatrale. In questo modo i Teatri in Comune e il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, che li gestisce e coordina, diventano il cuore di un più ampio sistema teatrale a vocazione pubblica. In questo contesto il Teatro di Roma gestisce, quindi, oltre al Teatro Argentina e al Teatro India, anche il Teatro del Lido, il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Teatro Tor Bella Monaca, il Teatro Villa Pamphilj-Scuderie Villino Corsini, il Teatro di Villa Torlonia e il Globe Theatre.

Gli Spettacoli lirici e la danza sono gestiti, curati e promossi tramite la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma che ha sede e gestisce il Teatro dell’Opera (Teatro Costanzi), con l’Orchestra e il Corpo di Ballo. Sotto l’impulso dell’Assessorato alla Crescita Culturale, la Fondazione promuove gli spettacoli di strada itineranti “Opera Camion”.

L’impegno del Comune di Roma, per lo spettacolo dal vivo, non si ferma a questi luoghi istituzionali. Il Comune e l’Assessorato curano gestiscono e promuovono una serie di Manifestazioni annuali tra cui l’Estate Romana: una manifestazione culturale che coinvolge il pubblico cittadino in spettacoli all’aperto di musica, cinema, arte, teatro e che si svolge all’aperto, nei parchi e nei luoghi storici della Capitale, insieme alla contemporanea manifestazione Arene che porta gratuitamente il cinema all’aperto nei quartieri e nelle periferie romane. Inoltre, il Comune di Roma promuove e sovvenziona il Roma Europa Festival, gestito dalla Fondazione Romaeuropa. Un festival di danza, teatro, musica, cinema, arti visive e tecnologia, che si svolge nei luoghi dello spettacolo di Roma accogliendo artisti di tutto il mondo. Allo stesso modo partecipa e sostiene la manifestazione Contemporaneamente Roma, dedicata alla creatività, all’innovazione, alle forme e ai linguaggi del presente con iniziative, eventi e interventi artistici e culturali a forte vocazione contemporanea in appuntamenti diffusi su tutto il territorio della Città.

(ultimo aggiornamento: 6 aprile 2020)

INDICATORI DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E QUALITÀ DELLA VITA