Settori

Trasporti e mobilità

Taxi e NCC

Il servizio a Roma

Il servizio di trasporto pubblico non di linea è svolto dai taxi e dai servizi di noleggio con conducente (NCC), entrambi con funzione complementare e integrativa rispetto al TPL.

Per il servizio svolto dai taxi sono previsti precisi obblighi volti a garantire continuità, universalità e copertura territoriale. L’Amministrazione comunale indica i criteri per determinare le tariffe, e gestisce lo svolgimento del servizio di taxi, attraverso il rilascio delle licenze e l’articolazione dei turni, garantendo una copertura integrale di orario e di territorio. A Roma le licenze taxi attive sono circa 7.800.

Diversamente dai taxi, il servizio NCC non è richiamato all’obbligo di copertura globale, né al rispetto di tariffe regolamentate.

A Roma, il prezzo richiesto per un tragitto percorso, con il taxi è funzione di una struttura tariffaria, la quale presenta una componente fissa iniziale e un'altra variabile in funzione della progressiva chilometrica e della durata della corsa; le due tipologie di tariffazione vengono applicate alternativamente, secondo la velocità mantenuta dalla vettura. A Roma la soglia di switch è fissata a 20 km/h: a velocità inferiori (fermi in sosta o rallentati nel traffico) vale la tariffa oraria; a velocità superiori vale la tariffa progressiva chilometrica.
E’ prevista una scontistica nel caso di corse dirette verso gli ospedali pubblici romani, per le donne sole che usufruiscono del servizio nelle ore notturne e per i giovani in uscita dalle discoteche nei weekend, previa idonea convenzione con i gestori di pubblici locali. Inoltre all'importo indicato dal tassametro vanno aggiunti, ove presenti, i supplementi: bagagli in eccesso, diritto fisso di chiamata radio taxi, eventuali passeggeri dal quinto in poi. Per alcuni tragitti da/per gli aeroporti, sono state approvate delle tariffe fisse omnicomprensive

(ultimo aggiornamento: 24 marzo 2020)

INDICATORI DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E QUALITÀ DELLA VITA