Settori

Igiene urbana e ambiente

Verde Pubblico e Parchi

Il servizio a Roma

Il territorio di Roma Capitale (pari a 1.287 kmq) è costituito per il 79,6% da una vasta estensione di aree verdi e agricole. Il solo verde pubblico (composto dal verde urbano e dalle aree naturali protette) copre 470 kmq, per una media di oltre 150 mq per abitante, e rappresenta il 35,7% dell’estensione dell’intero territorio comunale.

Il patrimonio verde è estremamente diversificato e complesso, composto da aree naturali protette, aree verdi urbane (ville storiche, giardini, alberate stradali, ecc.), aree golenali (Tevere, Aniene, fossi affluenti) e aree agricole.

Per ciò che concerne le aree verdi urbane, nel 2020 le aree censite dal Catasto del verde e fruibili dai cittadini secondo la tipologia di area verde sono 1.595 per complessivi 42,7 mln mq (ad eccezione del X Municipio). Esse sono suddivise in: arredo stradale (3,1 mln mq), aree di sosta (1,8 mln mq), verde attrezzato di quartiere (12 mln mq), verde storico archeologico (5,7 mln mq), grandi parchi urbani (19,8 mln mq) e verde speciale (259 mila mq), cui bisogna aggiungere le aree di verde scolastico gestito dai municipi.

All’interno delle aree verdi di Roma Capitale sono attrezzate anche 374 aree ludiche e 98 aree sportive.

I circa 315mila alberi (Bilancio arboreo 2016) che ricadono sotto la responsabilità del Dipartimento Tutela Ambiente di Roma Capitale rappresentano il patrimonio forse più importante del verde pubblico, divisi principalmente fra parchi (54%), alberature stradali (36%, per un totale di 1.200 km di filari alberati) e scuole (4%).

Le aree golenali interessano, invece, una superficie complessiva pari a circa 1.600 ettari. Le aree agricole dell'Agro romano interessano infine una superficie di oltre 37.000 ettari: di questi, 2.300 ettari sono relativi alle aziende agricole di Tenuta del Cavaliere e Castel di Guido.

(ultimo aggiornamento: 26 marzo 2020)

INDICATORI DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E QUALITÀ DELLA VITA