Settori

Trasporti e mobilità

Sharing Mobility

Il servizio a Roma

La mobilità condivisa è una nuova forma di trasporto basata sul concetto dell’utilizzo dello stesso mezzo tra più utenti. A Roma i servizi di sharing sono erogati integralmente da operatori privati, fatta eccezione del Car Sharing Roma gestito dall’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità.

Nella Capitale sono attualmente attivi:

  • 4 operatori di car sharing, per una flotta complessiva di circa 2.000 autovetture;
  • 3 operatori di scooter sharing, per una flotta complessiva di 3.200 scooter elettrici;
  • 6 operatori di bike sharing, per una flotta complessiva di 10.000 biciclette a pedalata assistita;
  • 7 operatori di monopattini in sharing, per una flotta complessiva di 14.500 monopattini elettrici.

Per un totale di quasi 950mila iscrizioni sui 17 operatori attivi nel 2020 hanno prodotto 1,6 milioni di noleggi.

Per favorire la pubblicizzazione del servizio, la quasi totalità di questi operatori ha stretto accordi commerciali con piattaforme di sharing mobility e infomobilità con le quali è possibile rintracciare il mezzo più vicino in un’unica app. Per sopperire alla mancanza di un player “pubblico”, Roma Capitale ha partecipato al bando Maas4Italy aggiudicandosi 2,5 milioni di euro per lo sviluppo di un’applicazione che integri tutte le soluzioni di trasporto. L’aumento degli spostamenti ha tuttavia riacceso l’attenzione sui problemi legati alla diffusione dei mezzi, soprattutto riguardanti il parcheggio ed il decoro urbano. Per far fronte a tali questioni l’Amministrazione ha approvato con DGCa 225/2022 le nuove linee guida per l’autorizzazione dei servizi di sharing dei monopattini, che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2023.

INDICATORI DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E QUALITÀ DELLA VITA