Settori

Sociale

Trasporto persone con disabilità

Il servizio a Roma

Il servizio per la mobilità individuale delle persone con disabilità è gestito dal Dipartimento Mobilità e Trasporti che si avvale del supporto di Roma Servizi per la Mobilità per le attività di programmazione, monitoraggio e verifica.

Il servizio può essere richiesto dai cittadini maggiorenni e residenti a Roma, ipovedenti o con cecità totale, ovvero con disabilità motoria grave e in possesso del contrassegno speciale di circolazione per persone con disabilità.

Il servizio può essere attivato per motivi di lavoro, studio, terapia e per partecipare ad attività sociali. Gli utenti possono scegliere tra tre tipologie di trasporto:     

  • il trasporto collettivo con pulmini;          
  • il trasporto individuale tramite taxi;
  • il trasporto autogestito.

A giugno 2018, il testo del Regolamento è stato definitivamente formalizzato come proposta di iniziativa di A.C., approvato con DAC 129/2018 e poi successivamente modificato con DAC 47/2019.

Il nuovo Regolamento disciplina i criteri e le modalità per l’accesso a interventi, misure e servizi per la mobilità individuale delle persone con disabilità e apporta significative modifiche alla regolamentazione previgente, soprattutto in tema di organizzazione e rendicontazione dei servizi di trasporto individuale usufruiti dagli utenti.

Il servizio di trasporto persone con disabilità è dedicato ai soli residenti nel Comune di Roma ed attualmente gli utenti attivi (ovvero che hanno utilizzato il servizio nel periodo gennaio 2019 - agosto 2019) sono 744, così suddivisi:

  • 363 appartengono alla categoria “Attività Sociali”;
  • 311 appartengono alla categoria “Lavoro”;
  • 68 appartengono alla categoria “Terapia”;
  • 2 appartengono alla categoria “Studio”.

(ultimo aggiornamento: 25 marzo 2020)

INDICATORI DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E QUALITÀ DELLA VITA