Notizie e comunicati Notizie e comunicati

Laboratorio Roma 5. Cultura

Laboratorio Roma 5. Cultura

16/7/2020

Il settore della cultura, che si esplica essenzialmente a contatto con il pubblico in luoghi promiscui e ad alto rischio di contagio, ha risentito particolarmente dell’emergenza per la pandemia da COVID-19, che ha infatti costretto alla chiusura totale dei siti dell’intero comparto.

L’impreparazione generale nell’affrontare questo tipo di emergenza ha avuto ripercussioni pesanti nel settore in ambito locale, con una grande lentezza e ritardo nelle riaperture al pubblico. Il settore cultura di Roma Capitale, facendo tesoro delle esperienze acquisite, d’ora in poi dovrà essere preparato ad affrontare un eventuale periodo di emergenza, tenendo conto delle nuove regole e dei nuovi obblighi che sono oramai necessari per un futuro di condivisione in sicurezza. Dalle indagini dell’Agenzia, infatti, emerge l’esigenza degli utenti di sentirsi sicuri nel tornare a vivere i luoghi e gli eventi della cultura con la prenotazione, il distanziamento, le dotazioni di sicurezza, i percorsi obbligati e i controlli del rispetto delle regole. L’Amministrazione deve fare in modo che il sistema risponda in modo snello, veloce ed efficace a queste esigenze, scongiurando di gravare a livello economico e organizzativo sull’utente.

In questo periodo il web si è posto come una risorsa indispensabile nella comunicazione e nel godimento dei beni culturali. In ambito locale il suo uso è stato incrementato e diversificato attraverso tutti i canali disponibili, da quelli ufficiali ai social network, con campagne comuni che hanno coinvolto i vari settori della cultura e dello spettacolo. Questa esperienza, che ha stimolato importanti ambiti di riflessione in materia, ha anche evidenziato una serie di criticità, di carenze strutturali e di competenze specifiche, che hanno diversificato la qualità della risposta dei vari enti preposti, non sempre all’altezza del servizio. Le problematiche qui accennate sono state analizzate approfonditamente in una giornata di studi promossa dall’Assessorato alla crescita culturale, con la Sovrintendenza Capitolina e l’ICOM, dal titolo “Chiusi per COVID aperti per Cultura”, svoltasi il 14 luglio sulla piattaforma ZOOM (perciò successivamente alla chiusura redazionale del presente studio) ai quali lavori si rimanda per ulteriori approfondimenti.

Il godimento del servizio culturale online oltre che “on site” è un arricchimento per il comparto e per gli utenti che si pone oramai come qualcosa di imprescindibile nel futuro della fruizione dei beni della cultura di Roma Capitale.


TUTTE LE PUBBLICAZIONI DI “LABORATORIO ROMA, LA GESTIONE DELL’EMERGENZA”

In questo articolo si parla di: Laboratorio Roma

Notizie correlate