Archivio newsletter ottobre-novembre-dicembre 2020 - Digitale

Newsletter n. 35 del 9 ottobre 2020

servizi on line di Roma Capitale, accessibili alla pagina dedicata sul portale, arrivano a 57. Da ottobre, infatti, si aggiunge all’interno della nuova card Opere e manutenzione della città l’Anagrafe dei lavori pubblici, un applicativo sviluppato in proprio dal SIMU con i tirocinanti di Roma Tre. Il sistema, ad accesso libero, permette di consultare in pdf tutta la documentazione disponibile sui cantieri all’interno del territorio comunale di Roma, le informazioni contabili, posizionali e relative ai responsabili della gestione (qui il Manuale d’uso).

Un altro servizio on line reso disponibile ultimamente sul portale di Roma Capitale è lo Sportello digitale del Cinema (settore Cultura), piattaforma telematica dove richiedere le autorizzazioni alle riprese cinetelevisive e la concessione per l’occupazione di suolo pubblico. Il progetto parte in fase sperimentale: nei primi sei mesi e a partire da ottobre 2020, le richieste riguarderanno solo il I Municipio. Lo sportello telematico consente al richiedente di seguire tutte le fasi dell’istruttoria, ricevendo e inviando eventuali comunicazioni, e ottenere l’autorizzazione direttamente via web. Il servizio continua a essere erogato anche agli sportelli dell’Ufficio Autorizzazioni riprese cinematografiche del Dipartimento attività culturali, su appuntamento.

Nell’ambito dell’azione di semplificazione amministrativa prevista dalla legge 181/2011, Roma Capitale ha pubblicato ulteriori informazioni sulla decertificazione. La legge, in vigore dal 2012, introduce l’obbligo per le PA di accettare le autocertificazioni da parte dei cittadini e di non richiedere certificati o atti già in possesso di altre amministrazioni (cfr. funzionepubblica.gov.it). Roma Capitale ha avviato il processo di digitalizzazione dei servizi anagrafici e di stato civile fin dal 2010, implementando l’emissione dei certificati a rilascio immediato in formato elettronico per desaturare l’afflusso agli sportelli fisici dei Municipi. Dal 2019, sono stati aboliti i diritti di segreteria per il rilascio delle certificazioni anagrafiche emesse con procedura on line (DAC 128/2018).


Newsletter n. 36 del 16 ottobre 2020

Formazione e lavoro. Mercoledì 21 ottobre dalle 10 alle 12:30 si terrà un corso digitale su Come cercare lavoro, organizzato dai COL (Centri di Orientamento al Lavoro) di Roma Capitale. Il corso è in modalità aperta su piattaforma Cisco Webex, non è necessaria la prenotazione. I COL sono sportelli operativi sul territorio che offrono all’utenza un servizio gratuito di orientamento al lavoro; per sopperire alle limitazioni imposte dalle misure di contenimento, ad aprile 2020 hanno aperto una pagina Facebook.

Comunicazione. Roma Capitale racconta la sua “ripartenza” in cinque appuntamenti dal 2 al 6 nomembre nell’ambito del Forum PA 2020 di novembre, un momento di condivisione di progetti e buone pratiche all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità. Tra i temi affrontati la sfida del digitale, la governance partecipata, il benessere cittadino e un “nuovo respiro turistico, culturale e produttivo” della città, verso un nuovo modello di promozione del patrimonio storico-artistico-culturale capitolino.


Newsletter n. 37 del 23 ottobre 2020

Cultura digitale. Molte tra le Biblioteche pubbliche, accademiche, storiche, di conservazione e scolastiche offrono gratuitamente a disposizione dell’utenza canali digitali di consultazione e prestito di documenti, una risorsa che si è rivelata quanto mai preziosa nel periodo di confinamento tra febbraio e maggio 2020: nel mese di febbraio, ad esempio, i prestiti e le consultazioni su MLOL, la più grande piattaforma di prestito digitale italiana che consente l'accesso a 6.500 biblioteche, sono saliti a oltre 3 milioni, a fronte di circa un milione e mezzo di utenti registrati nel mese di gennaio (leggi anche la Rassegna Stampa MLOL). Il lockdown ha accelerato un processo di crescita già esistente, tuttavia il sistema, secondo Agenda Digitale (23 ottobre), manca di organicità: esiste una “costellazione di applicazioni” in tutti gli ambiti dell’attività bibliotecaria con un livello molto debole di integrazione reciproca, che si affianca alla mancanza di approcci teorici e modelli condivisi. Molte biblioteche, infatti, nel periodo delle chiusure hanno attivato servizi di assistenza da remoto per gli utenti e altre risorse, ma più come alternative al servizio standard che non come vero e proprio sistema, nell’ottica di una reale trasformazione digitale. Leggi anche la bozza del Nuovo manifesto per le biblioteche digitali, 5 maggio 2020, dell’Associazione italiana biblioteche (AIB).


Newsletter n. 38 del 30 ottobre 2020

Roma Capitale, Dipartimenti Politiche Sociali e Trasformazione Digitale, ha presentato SIGeSS, il sistema informativo rivolto a tutti i cittadini utenti dei servizi socio assistenziali che, grazie all’interazione con altri sistemi nazionali e locali, consentirà di migliorare l’organizzazione e la programmazione dei servizi e rendere omogenea la gestione del contatto e della presa in carico dei cittadini che si rivolgono ai servizi sociali territoriali. Ogni utente avrà a disposizione una cartella sociale digitalizzata che faciliterà, da un punto di vista tecnico-amministrativo, il processo di sostegno e cura. Il SIGeSS consente anche di monitorare in tempo reale l’accesso ai servizi, i fabbisogni di ciascun territorio e i livelli di assistenza erogati. Il progetto è finanziato dall’Agenzia per la Coesione Territoriale (Roma Capitale, 28 ottobre; qui la descrizione).

Il 4 novembre alle ore 11, nel corso di una tavola rotonda promossa dall’Assessorato allo Sviluppo Economico che si terrà in streaming su romadataplatform.org, verrà presentato City Data Platform, una piattaforma digitale per la fruizione di big data sviluppata in collaborazione con Tim dove raccogliere, analizzare, gestire e interpretare i dati a disposizione di Roma Capitale (vd. anche su Roma Innovation). Il progetto è inserito nel Piano di sviluppo resiliente e sostenibile per Roma Capitale di cui alla Memoria GCa n. 48 del 28 agosto 2020, realizzabile in tre anni e da finanziare con un importo di 2,5 mln di euro.


Newsletter n. 39 del 13 novembre 2020

Servizi digitali. Il Decreto Mef del 21 ottobre 2020, pubblicato in GU il 6 novembre, stabilisce, per l’annualità 2021 e seguenti, le modalità di versamento unificato della tassa sui rifiuti (Tari), specificando il ruolo dei diversi attori coinvolti e le funzionalità aggiuntive necessarie per una corretta ripartizione delle entrate e della relativa rendicontazione analitica. Il versamento dovrà essere effettuato, attraverso i Prestatori di pagamento (PSP ovvero banche, poste, istituti di moneta elettronica e di pagamento, ricevitorie SISAl e Lottomatica ecc.), nell’ambito del sistema PagoPa, a cui, in linea generale, tutti i comuni sono tenuti ad aderire ai sensi del Dlgs n. 72 del 20 marzo 2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale). Con particolare riferimento alla Tari, il decreto stabilisce che al comune e al soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, responsabili dell’incasso, spetta il calcolo dettagliato dell’importo e l’invio all’utente di avvisi di pagamento, che devono contenere tutte le indicazioni. Il comune e il gestore del servizio devono inoltre essere in grado di accettare pagamenti PagoPa disposti dal PSP e attivare l’incasso on line dal proprio sito.

Formazione e lavoro. Si terrà in modalità on line, su piattaforma dedicata e ad accesso libero, il ciclo di seminari Let’s Go del Servizio Informagiovani di Roma Capitale, realizzati in collaborazione con le Ambasciate in Italia e gli Istituti di cultura e promossi dall’Assessorato allo Sport e le politiche giovanili, con l’organizzazione di Zètema (Roma Capitale, 11 novembre).


Newsletter n. 40 del 27 novembre 2020

Comunicazione. Roma Capitale, Dipartimento Partecipazione Comunicazione e Pari Opportunità, ha affidato l’incarico per un servizio di ricerca sullo scenario dei media a Roma, nell’ambito delle attività preliminari all’elaborazione del Piano di Comunicazione di Roma Capitale, l’adozione del quale è stato previsto per la prima volta nel Documento unico di programmazione per l’anno 2021. L’obiettivo è riuscire a ottimizzare, potenziare e migliorare la qualità della comunicazione dell’Ente sul web e i social media, raggiungendo diversi target di utenti anche con l’attivazione di strumenti innovativi. Il progetto prevede anche la realizzazione di una testata on line del Gruppo Roma Capitale, con un’app da scaricare su dispositivi mobili.


Torna all'archivio newsletter 2020