Archivio newsletter maggio-giugno 2020 - Verde pubblico

Newsletter n. 18 dell'8 maggio 2020

Parchi aperti il 4 maggio, ma rispettando le regole. Parchi, ville e aree gioco recintate erano stati chiusi nella tarda serata del 13 marzo, con ordinanza a effetto immediato. Il divieto di accesso alle spiagge è invece prorogato al 17 maggio (ordinanza n. 89/2020 del 3 maggio).

Il 2 maggio si sono aperte le iscrizioni on line, con termine al 30 giugno, per i corsi pubblici di giardinaggio edizione 2021 presso la Scuola Giardinieri, promossi dal  Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale (Roma Capitale, 27 aprile 2020). I corsi (dalla Home di Roma Capitale in Servizi - Ambiente - Verde urbano) sono rivolti a tutte le fasce d’età e di competenze.

 


Newsletter n. 19 del 15 maggio 2020

Parchi e ville, Fase 2. “Si chiede tolleranza se il lavoro non viene fatto in maniera perfetta”: così la Direzione Gestione Territoriale Ambientale e del Verde del Diparimento Tutela Ambientale nella seduta della Commissione Ambiente dell’11 maggio sulla riapertura delle aree verdi. Proseguono le operazioni di sfalcio, ma con il personale ridotto di 1/3 per l’emergenza sanitaria (200 operatori circa su 300-350) e la cronica carenza di mezzi, lo stato manutentivo dopo il lockdown non è all’altezza delle aspettative dei cittadini, che continuano a inoltrare molte segnalazioni in particolare da Parco Fao (VIII Municipio), Casal Monastero, quartiere Torrino Mezzocammino, parco di Cinquina sulla Bufalotta e Settebagni (III Municipio), parco Sbragia (VII Municipio). Sul portale di Roma Capitale (Emergenza sanitaria da Covid 19, Fase 2: Riapertura graduale delle aree verdi) è stato pubblicato l’elenco delle aree di pertinenza di ciascun Municipio, secondo le indicazioni degli stessi, poi rielaborate dal Servizio Giardini. Nei file allegati, le aree contrassegnate in verde sono quelle già aperte e fruibili, quelle in arancione sono oggetto di interventi programmati per garantirne la riapertura a breve. Ma gli elenchi non risultano sempre aggiornati, con il rischio di creare disorientamento tra gli utenti (sintesi dal resoconto #DirettamenteRoma).

Manutenzione straordinaria al Parco Orazio Vecchi, pubblicato l’11 maggio 2020 il verbale di gara con cui gli uffici tecnici del X Municipio hanno affidato l’incarico per la realizzazione di interventi tra cui una nuova strada di servizio, impianti di illuminazione, videosorveglianza, opere di canalizzazione e funzionali alla sicurezza del parco. Aggiudicato definitivamente l’appalto anche per i lavori di manutenzione straordinaria su sede stradale, marciapiedi e caditoie di via Scartazzini e di via di Malafede e al Parco Lilloni.

Dopo il via libera alle ditte, sono ripresi questa settimana gli interventi sulle ceppaie, programmati su tutto il territorio, per un totale di 178 deceppamenti (l'elenco in dettaglio fornito dall'assessora al Verde Laura Fiorini, 15 maggio). Le nuove piantumazioni verranno eseguite a ottobre.

Lettera delle associazioni alla sindaca di Roma e all'ufficio Tutela e benessere degli Animali per rimuovere il divieto di accesso ai volontari nei canili e gattili. Non sarebbero ancora stati definiti, infatti, specifici protocolli di accesso, mentre le strutture, dicono le associazioni, vanno riaperte subito (AgenPress, 13 maggio).


Newsletter n. 20 del 22 maggio 2020

 

Disposta dal 21 maggio da parte del Dipartimento Tutela Ambientale la riapertura delle strutture rifugio per cani e gatti sia comunali che convenzionate con Roma Capitale. L’ingresso sarà consentito alle associazioni di volontariato in modalità scaglionata e contingentata, con obbligo di mascherine e guanti.

Restano chiuse le aree gioco per attività ludiche all’aperto su tutto il territorio comunale, come disposto dall’ordinanza sindacale del 17 maggio, fino all’adozione del Piano di intervento di pulizia e igienizzazione approfondita e frequente delle superfici più toccate.

Sono stati pubblicati i risultati di un sondaggio sulla riqualificazione del Parco di Via del Calice nel VII Municipio. I cittadini residenti si sono espressi a favore della realizzazione di strutture sportive nell’area verde con un campo polivalente e un’area skate; si apre ora una seconda fase di consultazione, dal 22 maggio al 12 giugno, per integrare la proposta con opinioni e suggerimenti (Roma Capitale, 21 maggio).

Zappata Romana, la community nata nel 2010 per mappare, sostenere e diffondere le iniziative di orti urbani a Roma, ha lanciato un appello alle istituzioni chiedendo che le realtà territoriali e tutti i cittadini interessati vengano coinvolti nella realizzazione del progetto, secondo i principi di partecipazione e trasparenza. Il progetto Un orto urbano per quartiere era stato presentato da ZR nell’ambito del Bilancio Partecipativo di Roma Capitale 2019, arrivando secondo con 1.809 voti. Nell’appello, al quale hanno aderito 140 firmatari tra associazioni, comitati di quartiere, centri culturali e istituzioni - tra cui Retake, l’Ecomuseo Casilino, Open House Roma e il Municipio II - si chiede anche di coinvolgere le scuole, i Municipi e in genere tutte le realtà legate al territorio. Roma Capitale intanto ha comunicato, il 19 maggio, la normale ripresa delle attività di manutenzione e gestione di orti e giardini urbani nella Fase 2, fermi restando il divieto di assembramenti e l’obbligo del distanziamento sociale.


 

Newsletter n. 22 del 5 giugno 2020

Prosegue la riapertura dei parchi, delle ville e dei giardini pubblici di Roma Capitale. L’Assessora al Verde, Laura Fiorini, informa che il Servizio Giardini sta colmando il ritardo negli interventi, accumulato a causa delle turnazioni durante il lockdown, e ora è accessibile l’89% di tutte le aree verdi. La lista delle aree verdi fruibili, per municipi, viene aggiornata ogni 15 giorni (leggi anche Parchi e ville storiche di Roma), mentre il Catasto del verde - la mappatura delle aree di competenza del Dipartimento Tutela Ambientale -, inaugurato il 5 maggio 2020, viene aggiornato ogni mese.

 


Newsletter n. 23 del 19 giugno 2020

Riaperte con ordinanza sindacale n. 116 del 15 giugno 2020 le aree gioco all'interno dei giardini e dei parchi pubblici di Roma, la cui chiusura era stata disposta con ordinanza n. 64 del 18 maggio scorso. Nel documento vengono richiamate le Linee guida per la gestione in sicurezza delle opportunità di gioco e socialità per bambini e adolescenti, contenute nel DPCM dell'11 giugno 2020 (all. 8), in cui si impone di "disporre la manutenzione ordinaria dello spazio, eseguendo controlli periodici dello stato delle attrezzature, con pulizia periodica e approfondita delle superfici più toccate, con detergente neutro; posizionare cartelli informativi all'ingresso delle aree verdi e delle aree gioco rispetto ai comportamenti da tenere, in linea con le raccomandazioni del Ministero della salute e delle autorità competenti".

 


Newsletter n. 24 del 26 giugno 2020

È stato pubblicato sul sito di Roma Capitale l’avviso pubblico volto alla consultazione preliminare di mercato per il recupero e la gestione dell’Ex Punto Verde Qualità Spinaceto Sud, che ospita la Città del Rugby - una serie di edifici, campi e strutture mai completati. Gli ex Punti Verdi Qualità (PVQ) sono aree verdi pubbliche presenti sul territorio urbano, prevalentemente nei Piani di Zona, non sufficientemente dotati di servizi ricreativi, sportivi e culturali, che sono state concesse in gestione per 33 anni a soggetti privati i quali le avrebbero dovute trasformare in parchi attrezzati. Le procedure per l’affidamento non sono però mai state chiarite, tanto da far ravvisare da parte dell’ANAC - Autorità nazionale anticorruzione - l’esistenza di “violazioni e illegittimità plurime” dovute a “procedure sui generis, svincolate e non compatibili con la disciplina dei contratti pubblici” che rivelano “un’applicazione disinvolta, poco razionale e di compromessa legittimità delle norme di evidenza pubblica”. Gli affidamenti appaiono quindi in contrasto con i principi di libera concorrenza, e sono state anche riscontrate violazioni delle norme sull’edilizia e l’urbanistica (Parere ANAC del 4 novembre 2015). I PVQ sono stati istituiti nel 1994, e le prime convenzioni tra il Comune di Roma e gli istituti bancari per la concessione di finanziamenti per la realizzazione dei “Punti Verdi Qualità ed Impianti Sportivi” erano state approvate con deliberazione della Giunta Comunale dell’11 giugno 1999, n. 1282.

A una settimana dalla riapertura delle circa 470 aree giochi per bambini nei parchi, ville e giardini pubblici, l’assessora al verde, Laura Fiorini, informa che sono in corso da parte del Servizio Giardini gli interventi di pulizia e sanificazione con liquido atossico - conclusi i lavaggi nei Municipi II, XIII e XII, in corso nel I, VI e VII (qui l’elendo delle aree giochi in carico al Dipartimento Tutela Ambientale). Intanto, venerdì 26 giugno è stata inaugurata la nuova area giochi “Mario Moderni”, nei pressi di Villa Pamphilj nel XIII Municipio; i giochi sono stati installati dopo l’abbattimento di alcuni alberi pericolosi, informa la sindaca Raggi, in un’area verde di cui da anni si occupano i volontari del Comitato “Parchetto Attivo”.

Parere favorevole dalla Commissione Ambiente della Regione Lazio al piano della riserva naturale Decima Malafede (IX Municipio), insieme a quello per l’istituzione del monumento naturale nell’area del lago ex Snia o “lago Bullicante”, nel V Municipio, la cui gestione verrà affidata all’Ente Roma Natura. Il nuovo piano di assetto della riserva naturale Decima Malafede - istituita nel 1997 e gestita da Roma Natura, è l’area naturale protetta più estesa del Comune di Roma - era stato presentato in ottava commissione a gennaio e dà priorità agli aspetti ecologici anche rispetto al tema dell’accessibilità e della fruizione della riserva, attraverso la realizzazione di percorsi ciclo-pedonali e l’incentivo all’attivita agricola a basso impatto ambientale. Sarà ora il Presidente di Regione a dover emanare il decreto definitivo (Consiglio regionale del Lazio, 23 giugno).

 

 

TORNA ALL’ARCHIVIO NEWSLETTER 2020