Notizie e comunicati Notizie e comunicati

Intervista del presidente ACoS Carlo Sgandurra

29/5/2020

La città percepita e quella desiderata. Come i romani hanno vissuto i servizi in città durante la fase 1 e come vorrebbero Roma nella fase 2. Questo è il tema dell’intervista al Presidente ACoSCarlo Sgandurra nell’edizione odierna di Buongiorno Regione Lazio: i cittadini hanno risposto benissimo all’emergenza, con consapevolezza e responsabilità, apprezzando il riscontro positivo di una maggiore vivibilità della propria città. Lavoro agile, digitalizzazione dei servizi, meno traffico e inquinamento, riacquisizione degli spazi pubblici e delle aree verdi: è quanto emerso rispetto alle preferenze e le opinioni che i cittadini, con grande partecipazione, hanno espresso nei sondaggi proposti dall’Agenzia durante tutto l’arco della crisi sanitaria fin dai primi giorni delle chiusure.

Con l'occasione, il Presidente ha spiegato il metodo del progetto di ricerca all’interno del quale sono state svolte queste iniziative, che affianca la misurazione della qualità erogata, cioè il servizio effettivamente reso, a quella percepita dagli utenti, per verificarne eventuali conferme o scostamenti. La qualità erogata viene misurata con rigore e obiettività sulla base di indicatori quali, ad esempio, il livello di pulizia delle strade, la frequenza del servizio o i tempi di ripristino di un guasto a seguito di segnalazione. L’attività di monitoraggio è tuttora in corso e sono di prossima pubblicazione i risultati di ulteriori approfondimenti.


Le ricerche svolte negli ultimi mesi - commenta il Presidente - rappresentano un laboratorio dove analizzare in maniera compiuta il rapporto tra l’amministrazione e i cittadini, che si traduce nell’erogazione dei servizi da parte dell’una, e nella fruizione da parte degli altri. Per controllare la qualità dei servizi pubblici locali, l’Agenzia, con autonomia di giudizio, procede a misurare innanzi tutto la qualità erogata, integrando e confrontando i risultati ottenuti con altri indicatori quali la percezione e le opinioni dei cittadini, raccolte attraverso indagini e sondaggi, e l’andamento delle segnalazioni e dei reclami: ed è qui che risiede la grande importanza della partecipazione diretta degli utenti.

Roma è assolutamente originale per ricchezza e complessità, ed è anche l’unica realtà nel contesto nazionale a possedere un tale strumento, un organismo terzo e indipendente qual è l’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale, che assolve alla funzione di raccordo tra l'amministrazione e i cittadini a tutela della qualità dei servizi. L’auspicio per il futuro prossimo della città - conclude il Presidente - è che questo principio della misurabilità si estenda e si applichi a tutti i servizi, sia a quelli erogati direttamente dall’amministrazione, sia a quelli forniti attraverso le società partecipate, con la formulazione di indicatori sempre più stringenti e specifici. In questo modo, di fronte a un quadro completo ed esaustivo di tutti i fattori che concorrono alla valutazione del servizio, si delineano i diversi scenari entro i quali verificare il funzionamento stesso del rapporto che lega cittadini e istituzioni, ma anche la capacità dei servizi di adattarsi ai cambiamenti.