Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Aggiornamento degli indicatori Istat sul trasporto urbano

Nel 2009 gli incentivi statali all’acquisto di veicoli nuovi hanno esercitato effetti positivi sull’ambiente, che ha risentito positivamente anche del miglioramento del trasporto pubblico. Infatti, in presenza di una leggera diminuzione del tasso di motorizzazione complessivo rispetto al 2008 (-0,6%), sono aumentate del 16,3% le autovetture meno inquinanti, euro 4 e euro 5, e i motocicli in genere (+3,2%), in particolare quelli euro 3 (+34,3%). Però la domanda di trasporto pubblico urbano è diminuita dello 0,7% rispetto al 2008, mentre aumentava l’offerta di trasporto pubblico, in particolare i posti-km (+0,6%). Risulta in aumento anche la densità delle reti percorse dagli autobus (+2,0%), mentre è stabile la densità di fermate ed è in diminuzione la disponibilità di autobus a seguito della rottamazione di quelli più vecchi (-0,9%). Nei comuni capoluogo di provincia sono state create nuove aree pedonali (+0,3% rispetto al 2008) e sono state ampliate le zone a traffico limitato (+4,3%). In aumento del 5,2% è anche la disponibilità degli stalli di sosta in parcheggi di scambio, volti a favorire l’uso del mezzo pubblico nel centro cittadino. Per gli stalli di sosta a pagamento l’aumento è pari all’1,3%. Infine, è incrementata del 6,1% la densità delle piste ciclabili.