Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Rimborsi agli utenti nel settore idrico

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e i servizi idrici ha fissato i rimborsi previsti per la restituzione della quota tariffaria relativa alla remunerazione del capitale investito per il periodo luglio - dicembre 2011.
La restituzione è relativa al periodo di circa cinque mesi intercorso fra l'abolizione della remunerazione del capitale a seguito del referendum del luglio 2011, e l'introduzione dal 1 gennaio 2012 della nuova tariffa calcolata secondo i criteri approvati dall'Autorità.
Con la Delibera 163/2014/r/idr, l’Autorità ha infatti accettato le quantificazioni di rimborso stabilite dagli Enti d’Ambito competenti per 70 Ato, mentre per 7 Ato, che non hanno rispettato l’obbligo di comunicazione, ha stabilito il valore forfettario 4,92 euro/utente.
Per l’Ato 2 Lazio Centrale, dove l’importo complessivo da restituire è superiore ai 3 milioni di euro, il rimborso alle singole utenze ed alle quote fisse delle utenze condominiali è stato determinato in 1,88 euro/utente.
Da parte di tutti i gestori, il rimborso verrà corrisposto nel primo documento di fatturazione utile, mentre un’apposita comunicazione in ordine all’avvenuta restituzione dovrà essere trasmessa all’Autorità entro i successivi 30 giorni.