Vai al contenuto principale
  • Home >
  • Uno Sguardo Su >
  • Primo accordo regionale in tema di attuazione della Legge Finanziaria 2008

Uno Sguardo Su

Primo accordo regionale in tema di attuazione della Legge Finanziaria 2008

Il 14 febbraio scorso è stato firmato a Firenze un accordo tra Regione Toscana, Anci Toscana e le associazioni dei consumatori facenti parte del CRCU (Comitato Regionale Consumatori Utenti) avente ad oggetto il recepimento e l’attuazione delle linee guida predisposte dal Ministero dello Sviluppo Economico per ottemperare alle disposizioni contenute nell’art. 2, comma 461 della L. 244/2007. Le linee guida contengono i criteri da applicare per individuare i principi e gli elementi minimi da inserire nei contratti di servizio e nelle carte di qualità dei servizi pubblici locali con particolare riferimento al ruolo delle associazioni dei consumatori, e sono state sottoposte ad accordo sancito in sede di Conferenza Unificata il 26 settembre 2013.

Questo accordo fa sì che la Toscana sia la prima regione che avvia un percorso di attuazione della partecipazione civica così come era stato auspicato durante la XIII Sessione programmatica CNCU-Regioni (svoltasi a Napoli il 18-19 novembre 2013) che si proponeva, attraverso il coinvolgimento degli attori istituzionali e della società civile, una piena e trasparente partecipazione degli stakeholder al processo di erogazione dei servizi pubblici locali.

L’accordo siglato a Firenze prevede tra le altre cose l’istituzione, presso la sede dell’Anci Toscana, di un “Tavolo della qualità dei servizi” che, oltre a sviluppare un confronto e condivisione sulle varie fasi di attuazione delle linee guida ministeriali, avrà tutta una serie di compiti tra i quali: individuare i servizi pubblici locali su cui avviare il processo di attuazione dell'accordo, definire le modalità di partecipazione delle associazioni all'elaborazione, monitoraggio e valutazione delle carte dei servizi, definizione delle procedure di monitoraggio sulla qualità del servizio erogato con particolare riferimento a reclami e conciliazioni, promozione di strumenti e modalità di verifica del grado di soddisfazione dei cittadini.