Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Modifiche al secondo decreto attuativo su Roma Capitale

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione e semplificazione, di concerto con i Ministri competenti dopo aver sentito il Sindaco di Roma, il decreto legislativo n. 51 del 26 aprile 2013. che prevede disposizioni integrative e correttive al secondo decreto legislativo di attuazione su Roma Capitale (D.Lgs. 61/2012) che disciplina il conferimento di funzioni amministrative statali a Roma Capitale con l’obiettivo di garantire il miglior assetto alle funzioni che Roma è chiamata a svolgere quale sede degli organi costituzioni ed al fine di valorizzarne il ruolo speciale di capitale della Repubblica).
Le novità riguardano, tra l’altro:
1. la rimodulazione del programma di interventi per Roma Capitale che, nel caso comporti modificazioni o sostituzioni di progetti inseriti nel programma, deve avvenire mediante conferenza dei servizi;
2. i poteri di ordinanza del Sindaco di Roma che, in deroga alle disposizioni vigenti, possono essere esercitati per l’attuazione di interventi nei casi di emergenza connessi al traffico, mobilità ed inquinamento;
3. l’erogazione diretta alla Capitale di risorse destinate al trasporto pubblico locale, nell’ambito della quota spettante alla regione Lazio, previa intesa con quest’ultima.