Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Prima relazione garante nazionale infanzia 2012

Il 18 aprile 2012, nella sua prima relazione al Parlamento, la neo istituita Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza ha ricordato come siano necessari maggiori investimenti pubblici per accrescere l’offerta e l’accessibilità alle strutture di accoglienza alla prima infanzia e permettere una maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro.
Nel nostro paese, infatti, l’investimento pubblico sui bambini nella prima fase del ciclo di vita è limitato sia rispetto agli altri Paesi europei, sia rispetto alla spesa pubblica destinata ai minorenni di altre classi di età; anche l’offerta di asili nido è tra le più basse d’Europa e solo il 12% dei bambini sotto i tre anni hanno un posto al nido pubblico, contro il 35-40% della Francia e il 55-70% dei paesi nordici.