Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Manifesto per la promozione del Turismo Accessibile

Il Manifesto per la promozione del Turismo Accessibile edito dal Ministero del Turismo in attuazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità emessa nel 2006 a New York e in Italia ratificata con L. 18-2009, pone l’accento sulla necessità di pensare e ripensare l’accessibilità come alla possibilità di fruire autonomamente di tutte le esperienze della vita. Questo in quanto scopo della Convenzione è promuovere, proteggere e garantire il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità, e promuovere il rispetto per la loro intrinseca dignità.

Quindi chiunque, essendo sia un cittadino sia un cliente, ha diritto a fruire dell’offerta turistica in modo completo e in autonomia, ricevendo servizi adeguati e commisurati a un giusto rapporto qualità prezzo. L’informazione sull’accessibilità non può ridursi a un simbolo, ma deve essere oggettiva, dettagliata e garantita, onde permettere a ogni persona di valutare in modo autonomo e certo quali strutture e servizi turistici sono in grado di soddisfare le sue specifiche esigenze, perché l’accessibilità dei luoghi non deve determinare la scelta della vacanza.

Al fine di promuovere l’attuazione della Convenzione Onu, la legge di ratifica ha previsto l’istituzione - presso il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali - dell’Osservatorio Nazionale sulle condizioni delle persone con disabilità, con il compito di raccogliere dati statistici che illustrino la condizione delle persone con disabilità e promuovere studi e ricerche che possano contribuire ad individuare azioni ed interventi per la promozione dei diritti delle persone con disabilità.