Vai al contenuto principale
  • Home >
  • Uno Sguardo Su >
  • Il "Giretto d'Italia" in bici secondo Legambiente, Fiab e Cittainbici

Uno Sguardo Su

Il "Giretto d'Italia" in bici secondo Legambiente, Fiab e Cittainbici

Il "Giretto d’Italia" è il 1° campionato nazionale della mobilità ciclabile, che si tiene questa settimana in una ventina di città italiane, protagoniste di buone pratiche per la mobilità sostenibile; in zone diverse del territorio comunale sono attivi tre check-point per monitorare tutti i veicoli in transito: la città guadagna punti ogni volta che passa una bicicletta, mentre riceve bonus quando passano pedoni e penalità quando passano automobili e scooter. In occasione dell'evento, è stato preparato un dossier nel quale, dopo un "a-bicì" con curiosità e suggerimenti per valorizzare l’uso urbano dei pedali, sindaci e assessori raccontano le esperienze di mobilità sostenibile urbana: strategie, infrastrutture, servizi, incentivi, regole e progetti per la bicicletta che torna a essere mezzo di trasporto. Hanno aumentato i chilometri di piste ciclabili, integrato nella viabilità nuovi percorsi di mobilità dolce con attraversamenti, rotatorie, segnaletica, parcheggi e poi hanno creato servizi di bike sharing, bici bus, controllo dei furti, migliorato la sicurezza, aperto uffici dedicati, promosso attività e previsto incentivi per convincere i loro cittadini a prendere la bicicletta, non solo per divertimento ma per andare a scuola o al lavoro. L'Assessorato alla Mobilità di Roma Capitale, in particolare, racconta l'espansione della rete ciclabile e l'adozione del Piano Quadro della Ciclabilità nel 2010, nonchè la necessità di rilanciare il bike sharing.