Vai al contenuto principale

Uno Sguardo Su

Rapporto Cittalia 2010 - Cittadini sostenibili

La fondazione Anci-Cittalia ha pubblicato il suo rapporto annuale, dedicato questa volta all'impatto ambientale dei principali servizi pubblici locali (consumi elettrici domestici, consumi di gas, produzione e trattamento dei rifiuti, trasporto pubblico e privato di persone) e ai comportamenti dei cittadini nelle aree metropolitane italiane. Considerando il dato medio di emissioni di CO2 procapite pari a 1.804 kg, nel 2009 tra le città più inquinanti spicca Roma con 2.406 kg, seguita da Torino con 2.303, Firenze 2.296, Bologna 2.284, Trieste 2.215 e Milano con 1.842. Se le città del centro nord fanno registrare dati superiori alla media rispetto all’emissione di gas serra, nelle città del sud, invece, le emissioni sono di gran lunga inferiori al dato nazionale; in particolare Napoli fa registrare 1.303 kg di Co2 procapite. Il dato complessivo delle emissioni tende a restare per lo più stabile, passando da 1.265 milioni di tonnellate del 2000 a 1.261 nel 2009 con una leggera diminuzione dello 0,3%. Complessivamente le città del centro-nord restano tra le maggiori responsabili di emissioni inquinanti; in termini percentuali, infatti, incidono per circa il 65% delle emissioni totali mentre quelle del Sud pesano sull’ambiente per il 20% appena. Il nodo da sciogliere, sotto il profilo della sostenibilità, resta la mobilità urbana, poichè le città sembrano essere ancora auto-dipendenti: ciò dipende anche dalla necessità di potenziare e migliorare il trasporto urbano, ma è altrettanto vero (come gli stessi intervistati rimarcano) che i cittadini devono fare la loro parte attraverso comportamenti proattivi e sostenibili.